bling bling blog

Bling Bling Blog

lunedì, marzo 05, 2007

www.italia.it = 45 milioni di euro!!!

Un post veloce per manifestare tutta la mia indignazione di fronte ad un progetto che ha visto la luce un paio di settimane fa e che e' a dir poco scandaloso per quanto e' costato e per il risultato ottenuto: www.italia.it
45 milioni di euro!!! Vorrei che il Governo rendesse ai cittadini conto di questa spesa, lira per lira...si' dico lira per lira' xche' questo progetto e' cosi' vecchio che ancora non eravamo passati all'Euro.
Se e' costato tanto questo sito e' costato 500.000 euro!!! ...amici miei c'e' da piangere...
ma
se invece volete farvi due risate guardate il video della presentazione del portale dove Rutelli da' il meglio di stesso...io avrei destinato qualche centinaio di euro dei 45 milioni per la traduzione simultanea...facevamo piu' bella figura:-)
http://www.youtube.com/watch?v=Lp2uDyzxP6g

11 commenti:

aghost ha detto...

Layla forse come già saprai in rete c'e' stata una specie di sollevazione generale dei bloggers (di cui all'esterno, sui media tradizionale, nulla o poco è trapelato).

La cosa curiosa è che la maggioranza si è messa a dar consigli su come rappezzare l'infame portale (qualcuno vorrebbe addirittura rifarlo gratis), anziché richiedere a gran voce l'indagine della magistratura su quello che a me pare un evidentissimo sperpero di denaro pubblico (per non dire di peggio)

Tra l'altro i nomi e i cognomi che ricorrono sono sempre i soliti noti (e guarda caso IBM).

Ti segnalo tra l'altro un altro magnifico webmostro: internetculturale.it, costato la bellezza di 37 milioni di euro.

Anonimo ha detto...

O mamma mia. Che tristezza.

Ma vogliamo dire che per cominciare a rilanciare l'Italia nel mondo ci siamo fatti fare il logo da una società americana???
http://www.landor.com/

Bhè però è un bel lavoro..... ehehh...ahahahahhaha.. no scusate.. non mi tengo.. AHHAHAHAHAH

max73 ha detto...

Layla,

questa tua indignazione ti fa onore. Altri che conosco e stimo, che hanno una posizione e magari hanno anche più voce di te perchè scrivono su dei giornali hanno, mi pare, fatto finta di nulla.

Massimo

Alessio ha detto...

Che scandalo....potevano farlo fare alle persone comuni in stile wikipedia, non spendevano una lira e veniva pure meglio.

P.S. Oggi ti ho citato sul mio blog

luca ha detto...

Faccio il bastian contrario questa volta.
Quando non si investe nel web ci lamentiamo, e quando si investe ci lamentiamo perche si è investito troppo e diciamo:"ma si faceve con un centesimo di quel prezzo" decidiamoci.:)

lifeinitaly ha detto...

Layla
Lo stato Italiano avrebbe potuto benissimo dare qualche Euro di sostegno a portali gia' affermati all' estero che tentano di rafforzare l' Immagine dell Italia. Magari al mio :-) con pochi Euro potevano fare una promozione eccezionale.
La navigazione per esempio di Italia.it qui ( Io sono negli USA ) non piace a nessuno.
L' Unica cosa positiva e' che finalmente il governo si e' degnato di considerare web.

Paolo

Maurizio Goetz ha detto...

Se l'indignazione si trasforma in progetto si ottiene un risultato ancora migliore.
Partecipa al progetto rItalia
http://wiki.bzaar.net/RItaliaCamp
ciao

GROX ha detto...

se adesso si prova a cerca (posso dirlo?) "merda" su google.it indovinate qual è il primo risultato che si ottiene...
http://www.google.it/search?q=merda&sourceid=mozilla-search&num=20&lr=lang_it&start=0

layla pavone ha detto...

...o merda! :-)

layla pavone ha detto...

Apprendo dal blog di Lele Dainesi che il responsabile di Italia.it Marco Ottolini si e' dimesso...piacerebbe anche a me, come dice Lele, che Marco, che peraltro conosco dai tempi di Italia Online raccontasse qualche cosa a proposito di questa scandalosa vicenda. Marco se vuoi qui hai spazio...

Anonimo ha detto...

www.885852.com